Barcellona (Spagna) e Nimes (Francia)

Park Guell salamandra
Park Guell, la Salamandra
Boucheria
Il mercato della Boucheria
Nimes maison carre
Nimes: la Maison Carre'


FINALMENTE METTO PIEDE IN TERRA SPAGNOLA!!!
Coraggioso viaggio in macchina. Dalla Liguria a Barcellona in un'unica tappa!
Dopo molte ore di autostrada (peraltro ottima rispetto alle schifezze italiane) e la pioggia
che ci attendeva al confine spagnolo, finalmente siamo giunti al nostro bel hotel:

AMISTER****

in cui ci siamo trovati molto bene. A 5 minuti dalla Metro uscita Entenša.
La citta' e' immensa, bella e piena di vita. Ti conquista subito!
Abbiamo passato 3 giorni un po' stancanti perche' abbiamo voluto vedere tutto il possibile,
ma ne valeva sicuramente la pena.

Il primo giorno ci siamo avventurati con la funicolare su per il Parco di Montjuc dove abbiamo visitato il Castello,
goduto di una bellissima vista sulla citta' e visitato la Fondazione J.Mirˇ.
Poi giu' fino al Barri G˛tic per visitare la chiesa di Santa Maria del Mar e il Museo Picasso,
che per noi e' stato una vera scoperta.
Una cosa che certamente non manca a Barcellona e' il mangiar bene, non si rimpiange l'Italia, il cibo e' saporito,
appetitoso e appagante. In particolare siamo contenti di aver mangiato la nostra prima paella proprio in Spagna,
ma non possiamo dimanticare di aver lasciato il cuore sulle Patatas Bravas.


Tornando verso casa ci siamo fermati a Figueras per vedere il Museo Dali'
Folle come lui, ma sicuramente da vedere.

Per il ritorno abbiamo ritenuto opportuno "fare tappa" e cosi' ci siamo fermati a Nimes.
Citta' piena di sorprese e con dei monumenti romani ottimamente conservati.
Abbiamo alloggiato in un hotel molto carino
e sicuramente al di sopra delle aspettative e delle stelle assegnate:

Kyriad Nîmes Ouest

Poi ritorno verso casa!